Pianta di canapa: non si butta nulla

- Categoria: Proprietà & Coltura

La canapa è una pianta con un ciclo vitale che si aggira fra i 3 e i 10 mesi, a seconda della specie e dalle condizioni ambientali in cui cresce. Questo vegetale è caratterizzato da 3 diverse famiglie:

  • Cannabis Sativa
  • Cannabis Indica
  • Cannabis Ruderalis

Le tipologie per l’utilizzo industriale sono tutte varietà in cui è certamente dominante il carattere di Cannabis Sativa grazie alle proprietà e caratteristiche di cui dispone. Di seguito abbiamo descritto tutti i principali usi che possiamo ottenere dalla lavorazione di questa pianta.

Carta

Della pianta di canapa non si butta nulla

Già 2000 anni fa la canapa veniva utilizzata per creare la carta. Agli inizi della stampa, la carta di canapa ebbe un ruolo di prim'ordine. Questo tipo di foglio venne usato per la stampa delle prime copie della Bibbia scritta da Gutenberg, inoltre anche la Costrituzione francese e quella americana furono scritte proprio su questo tipo di carta. Si è ampiamente dimostrato che produrre carta da canapa comporta enormi vantaggi per l'ambiente, basti pensare che un solo ettaro di canapa produce la stessa quantità di cellulosa di 4 ettari di foresta.

Lavorare la canapa non comporta l'esoso procedimento della pulizia delle microfibre di cellulosa, dato che non bisogna trattarla con gli acidi per scogliere il legno. Inoltre la fibra e il legno della canapa, essendo già di una colorazione bianca naturale, si può subito lavorarli per ottenere una carta stampabile, al contrario i composti chimici utilizzati per sbiancare e lavorare la carta ottenuta della fibra di legno, sono costosi e dannosi.

Semi e Olio

L'olio di canapa è ricco di sostanze nutritive

I semi contengono una percentuale di proteine del 24 %, ed un olio tra il 30 e il 40 %. Essendo altamente nutritivi, i semi di canapa sono utilizzati nei Paesi in via di sviluppo come rimedio alla carenza di proteine. Le qualità dell'olio di canapa sono sorprendenti. Significativamente ricco di grassi insaturi ed è una valida alternativa per migliorare la dieta e per prevenire problemi al sistema cardiaco.

Gli utilizzi nel campo industriale sono altrettanto sbalorditivi. Le vernici fabbricate con l'olio di canapa: non sono inquinanti e sono di gran lunga superiori qualitativamente comparandoli a quelli prodotti con il petrolio. Grazie a questo prodotto si possono produrre: saponi, cosmetici, cere, lubrificanti di precisione, detersivi e tanto altro ancora.

Tessili

Le caratteristiche della pianta di canapa, ne favoriscono l'utilizzo anche nel campo dei tessuti

La lavorazione della canapa nel campo tessile, ha fruttato nuovi prodotti nel campo de: abbigliamento, arredamento, corde e tappeti. Questa infiorescenza possiede caratteristiche antibatteriche e antifungine oltre al fatto che assorbe l'umidità prodotta dal corpo, tenendolo asciutto. La resistenza agli strappi è il triplo rispetto a quella del cotone e tra le fibre naturali è quella più resistente all'usura.

Cosmetica

La canapa legale utilizzata anche come cosmetico

L’utilizzo cosmetico della canapa svolge un ruolo importante nella fisiologia e fisiopatologia della pelle e incrocia in vari modi l’utilizzo alimentare e terapeutico come coadiuvante in diverse patologie. L'olio di canapa combatte i radicali liberi (colpevoli dell’invecchiamento prematuro) ricco di vitamina E.

Nell’olio di canapa i tre grassi acidi essenziali (B1, B2, B6) sono presenti fino ad un massimo del 75% e gli conferiscono caratteristiche antinfiammatorie e rigeneranti, che aiutano il trattamento e la prevenzione di malattie della pelle come: eczema, xerosi e psoriasi. Aiutano a mitigare le irritazioni della pelle e la formazione di cicatrici. Può essere usato nel manifestarsi di arrossamenti della cute, applicandolo sulla zona interessata.

Condividi

Aggiungi un commento