Marijuana: come e quando rinvasare le piante

- Categoria: Default

Radici delle tue piante di cannabis

Puoi vedere cosa cresce sopra il terreno, ma ciò che cresce sotto terra è ancora più importante. Le radici delle tue piante di cannabis sono le fondamenta delle cime gustose e grasse che speri di raccogliere. Non prestare attenzione allo sviluppo delle radici delle tue piante di cannabis è quindi un'opportunità persa per migliorare la tua resa. Rinvasando più volte dai alle tue piante di cannabis l'opportunità di sviluppare un apparato radicale più forte. I vasi più piccoli hanno maggiori probabilità di creare una zolla di radice solida, dalla quale la tua pianta di cannabis in un vaso più grande ha una base solida per formare una zolla di radice ancora più grande.

Un esempio di una pianta di cannabis con un forte apparato radicale.
Un esempio di una pianta di cannabis con un forte apparato radicale.

Perché rinvasare le tue piante di cannabis

Oltre al fatto che alleni le tue radici a diventare più sode e forti, lo vedrai anche nelle tue piante di cannabis. Ciò che cresce sottoterra è un eccellente riflesso di ciò che cresce sopra il suolo! Una scelta facile è lasciare che la tua pianta di cannabis cresca nel vaso finale e alla fine fiorisca. È possibile iniziare con una pentola grande, ma si tratta di una gestione molto rigorosa dell'acqua domestica nel substrato di coltivazione. Le piante di cannabis amano i piedi asciutti e amano cercare l'acqua. Quindi devi essere molto parsimonioso con l'acqua, ma assicurati che ci sia abbastanza acqua vicino alle radici. Ecco perché in definitiva è molto più facile rinvasare alcune volte.

Problemi se non rinvasate

Non rinvasare le piante di cannabis non garantisce solo piccole piante di cannabis. Inoltre, una pianta di cannabis non si riprenderà rapidamente da un ritardo nella crescita a causa di uno sviluppo non ottimale delle radici. Durante la fioritura può essere ancora più drammatico, perché le radici semplicemente non possono crescere ulteriormente e soffocano. Ciò può causare il ristagno della crescita e della fioritura. Un vaso troppo piccolo all'inizio della fioritura può quindi ostacolare seriamente la formazione delle gemme.

Come rinvasare

Il rinvaso delle piante di cannabis è idealmente fatto (a seconda delle dimensioni del vaso) uno o due giorni dopo l'irrigazione. Il terreno non deve essere né troppo umido né troppo asciutto. Se il terreno è troppo umido, si disintegrerà rapidamente, causando gravi danni alle radici. Il terreno troppo secco è meno cattivo, ma si sbriciola rapidamente ed è difficile da gestire.

Scavato nel vecchio barattolo vuoto.
Scavando prima in un barattolo vuoto
Pianta di cannabis con una zolla.
Ottieni un buco in cui la zolla si inserisce esattamente.
Quando rinvasare le piante di cannabis

Puoi determinare il momento esatto del rinvaso delle piante di cannabis a occhio. Dovrebbe esserci una zolla visibile con radici. Quando le radici iniziano a girare l'una sull'altra, sei in ritardo. Per risultati ottimali, raschia le radici (con cura), usando ad esempio le unghie. Idealmente, vedrai alcune radici sporgere sul fondo del tuo vaso, il momento di rinvasare.

In quale pentola rinvasare

A seconda di quante volte si desidera rinvasare, è possibile utilizzare vasi di varie dimensioni. Per piantare semi di cannabis puoi optare per vasi da 10x10 centimetri, circa mezzo litro. In base allo spazio disponibile che hai, puoi costruirlo da quattro litri con dimensioni di circa 20 centimetri (3-5 litri). Dopo questo è possibile rinvasare in un vaso finale da 20 a 30 litri, con una dimensione del vaso di circa 30-40 centimetri. I coltivatori indoor spesso trovano qui l'equilibrio ideale nella massima crescita / fioritura e nell'utilizzo dello spazio, senza dedicare troppo tempo alla fase di crescita. Spesso solo poche settimane. Ovviamente sei completamente libero di aggiungere un ulteriore passaggio di rinvaso secondo i tuoi desideri. Questo può essere particolarmente utile se vuoi finire in vasi più grandi.

Tipo di Vaso

Oltre al volume, anche l'aspetto gioca un ruolo. Molti vasi sono neri, ma i coltivatori di cannabis preferiscono vasi bianchi, con fori sul fondo, ovviamente. Le pentole bianche respingono il calore, a differenza delle pentole nere che assorbono il calore. Se i tuoi vasi sono caldi, al chiuso sotto una luce di coltivazione o all'aperto in pieno sole, è consigliabile prestare attenzione a questo. Troppo caldo nella pentola può anche danneggiare le radici. I vasi d'aria sono un fenomeno relativamente nuovo, le radici muoiono quando emergono e stimolano le radici lasciate a dividersi e fare più radici più velocemente.

I vasi d'aria stimolano la crescita delle radici e sono relativamente nuovi.

Condividi

Aggiungi un commento